demo I prestiti inpdap sono una delle soluzioni migliori per ottenere liquidità. Se vuoi provare a chiedere un finanziamento ma non vuoi pagare troppo le rate di rimborso, questo prodotto è assolutamente quello che fa per te. Devi sapere, infatti, che si tratta di prodotti agevolati che ti permettono di avere un ottimo livello di liquidità senza, per questo, essere troppo costosi nel piano di rimborso. In passato i prestiti inpdap erano considerati una sorta di "prodotto di elite". Oggi la differenza tra un normale prestito personale e un prestito inpdap si è decisamente assottigliata ma resta comunque un'opportunità da non perdere. Questo sito nasce dalla volontà di creare una guida gratuita e alla portata di tutti per poter richiedere prodotti di questo tipo. Se fai fatica a sostenere le tue spese e vuoi avere maggiori informazioni su questi finanziamenti agevolati sei nel posto giusto. Qui troverai tutte le informazioni che ti occorrono, i link per scaricare la modulistica e per avere alcune dritte su come ottenere questi prodotti in tempi record.

Come funzionano i prestiti inpdap

I prestiti inpdap sono molto semplici nel loro funzionamento. Prima di cominciare, però, ci sembra giusto fare una premessa per evitare confusione in chi legge. L'inpdap, ossia l'Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, è stato soppresso nel 2013 e tutte le sue funzioni sono state trasferite all'Inps che si è fatto carico anche del settore prestiti. Nella tradizione popolare italiana l'Inpdap ha giocato un ruolo talmente importante che, ancora oggi, molti servizi sono chiamati con il suo nome e lo stesso avviene per i finanziamenti. Questa precisazione era doverosa per far capire a tutti che a partire dall'anno 2013 è l'Inps e non l'Inpdap ad erogare fisicamente i prestiti personali. Ciò nonostante il nome è rimasto lo stesso. Detto questo si tratta di finanziamenti agevolati nelle modalità di erogazione e nel tasso di interesse, ma che richiedono le stesse garanzie di un qualsiasi altro prodotto creditizio. Qui di seguito andremo a specificare quali sono le categorie di lavoratori che possono accedere a questi finanziamenti agevolati e a quali tassi di interesse vengono erogati.

A chi sono rivolti i prestiti inpdap?

I finanziamenti agevolati dell'Inpdap vengono erogati solo ed esclusivamente a tutti i dipendenti pubblici. Questo significa che rientrano in questa categoria tantissimi lavoratori: dipendenti della pubblica amministrazione, ministeri, uffici, scuole, militari e forze di polizia. Insomma tutti coloro dipendano da un ufficio pubblico o da una società ad esso riconducibile può accedere a questi finanziamenti. Ovviamente questo non vuol dire che tutti i dipendenti pubblici, in maniera indiscriminata, possano accedere ai prestiti inpdap. Anche in questo caso devono essere rispettati dei criteri di affidabilità che vedremo più avanti, tra cui: non avere altri finanziamenti in essere, non essere segnalati come cattivi pagatori ecc. Anche per quel che riguarda l'entità del finanziamento ci sono diverse limitazioni, molto più restrittive che in passato. Se pensiamo, ad esempio, che il massimo del piano di rimborso è di 48 mesi e che la rata non può superare il 20% dello stipendio netto del richiedente ci rendiamo conto di quanto, di fatto, l'erogazione del prestito sia limitata, per la maggior parte delle persone, a somme di denaro di modesta entità e che, comunque, difficilmente superano i 15 mila euro.

I prestiti inpdap convengono?

Molti ci chiedono se i prestiti inpdap convengono e in che misura. Come abbiamo detto anche all'inizio di questa nostra breve guida questi finanziamenti oggi, convengono molto meno che in passato, ma non per questo devono essere considerati in maniera differente. Va detto, infatti, che l'inps ha stabilito per tutto il 2016 un tasso di interesse complessivo del 4% che conteggia al suo interno anche le spese amministrative. Questo significa che chi chiede un finanziamento inpdap dovrà rimborsare il capitale pagando interessi del 4%. Basta dare uno sguardo a quello che offre il mercato in questo momento molto propizio per capire che i tassi per i prestit personali non scendono comunque sotto il 6,5%. Anche un bambino capirebbe che i prestiti inpdap convengono ancora e, qualora i tassi di interesse dovessero rialzarsi il divario con i normali finanziamenti tornerebbe a crescere.

Inps e finanziamenti agevolati inpdap

Come abbiamo detto è l'Inps e non l'Inpdap ad erogare i finanziamenti. Quest'ultimo, infatti, fu soppresso ben 3 anni fa per via dei troppi debiti accumulati dalla sua gestione. Inutile dire che fu proprio l'Inps a doversi far carico di questi debiti pesantissimi e a ridimensionare i servizi e le agevolazioni offerte ai dipendenti della pubblica amministrazione. Va detto, a onore di cronaca, che l'Inps fornisce dei finanziamenti agevolati anche agli altri dipendenti che non appartengono alla pubblica amministrazione, ma in questo caso il tasso di interesse sale di quasi un punto percentuale e le modalità di erogazione sono più severe. Per i prestiti con rimborso ad un anno, per esempio, viene erogato un prestito massimo di una mensilità, per quelli on rimborso a 48 mesi vengono erogate al massimo 4 mensilità. Questo significa che qualora il dipendente guadagnasse 1500 il prestito massimo erogabile sarebbe di 6 mila euro. Un importo contenuto ma, comunque, sufficiente a sostenere molte spese importanti.

Piccoli prestiti inpdap

Come abbiamo detto, quindi, questi finanziamenti si limitano a importi molto contenuti, anche se in realtà molto dipende dallo stipendo. Alcuni dirigenti della pubblica amministrazione, infatti, possono guadagnare anche 100 mila euro l'anno. In questo caso il capitale massimo che si potrebbe andare a richiedere potrebbe superare, perfino, i 35 mila euro. Un importo tutt'altro che piccolo. Ovviamente per le persone normali, il cui stipendio nella pubblica amministrazione non supera quasi mai i 1500 euro mensili e, di conseguenza, il capitale erogbile non supera mai i 7-8 mila euro. In gergo si chiamano piccoli prestiti personali in quanto riguarda i capitali sotto i 10 mila euro.

Prestiti inpdap per acquisto casa

Se acquistare casa sembra difficile è perchè oggi non ci soo più le agevolazioni di prima. In passato i dipendenti pubblici potevano approfittare dei prestiti inpdap per l'acquisto di casa. Si trattava di speciali finanziamenti che permettevano di prendere un mutuo per l'acquisto della prima abitazione a tassi molto vicini allo zero. Come abbiamo detto da quando tutti i servizi sono passati di mano all'Inps molte agevolazioni sono decadute e ad oggi l'ente previdenziale ha deciso di non erogare anche questo servizio che viene lasciato alle banche. Ci sembra giusto fare una precisazione importante. Se è vero che i dipendenti pubblici hanno perso questa grande opportunità è altrettanto vero che la scelta ci sembra corretta in quanto a finalizzata a proteggere il già precario bilancio di un ente previdenziale come l'Inps.

Prestiti inpdap per militari e carabinieri

Come abbiamo detto anche i militari e le forze di polizia, come i carabinieri, la polizia, i vigili del fuoco, ecc. possono richiedere e ottenere un finanziamento agevolato d questo tipo. Le modalità sono per tutti uguali: basta andare sul sito ufficiale dell'Inps, trovi il link qui sopra, e scaricare il modulo che andrà compilato e poi inviato nuovamente, sempre online, agli uffici preposti che in brevissimo tempo decideranno se erogare, o meno, il finanziamento.

Prestiti inpdap per pensionati

I pensionati, ovviamente, sono i primi a rientrare nella possibilità di accedere a questi finanziamenti. Nel giro di qualche giorno l'ente decide se effettuare l'erogazione del prestito personale ma, salvo rari cas come un protesto o altri finanziamenti in essere, la domanda viene sempre accettata. Anche in questi casi si può ovviare al problema. E' sufficiente procurarsi un ottimo garante, magari qualcuno che abbia una solida situazione contributiva e che non abbia protesti in corso. In conclusione possiamo dire che per i pensionati, ex dipendenti della pubblica amministrazione, è ancora più semplice ottenere un finanziamento di questo tipo in quanto sarà lo stesso ente che eroga la pensione a trasferire il capitale di cui si necessita. Nel complesso spero che questa guida ai prestiti inpdap ti sia stata di aiuto per comprendere meglio quello che ruota intorno a questa tipologia di prodotto creditizio. Se hai delle domande o delle perplessità ti consigliamo di recarti fisicamente agli uffici Inps della tua zona. Solo li, infatti, possono aggiornarti su eventuali variazioni o su altre metodologie che sono state introdotte all'ultimo momento.